Home » Primaria Orsogna

 

La scuola Primaria di Orsogna, seguendo le scelte operate nel tempo dal Collegio Docenti e delineate nel POF, ha elaborato esperienze progettuali significative ed innovative sul piano educativo, didattico e professionale, sostenendo e diffondendo una cultura del cambiamento che ha consentito di pervenire a obiettivi di qualità e di raggiungere traguardi notevoli. Questa capacità di innovazione didattica, inserita nei documenti progettuali elaborati nel corso degli anni, conferma i principi ispiratori che sostengono l’azione formativa della nostra scuola e le linee dell’identità culturale,  progettuale ed organizzativa. Il sistema educativo che la nostra scuola attua nella pratica didattica di tutti i giorni è finalizzato alla crescita e alla valorizzazione della persona umana, nel rispetto dello sviluppo evolutivo, delle differenze e dell’identità di ciascuno e nell’ottica della cooperazione tra scuola e famiglia, per assicurare a tutti l’opportunità di conquistare “i contenuti essenziali per la formazione di base” e di sviluppare capacità e competenze coerenti con le attitudini e le scelte personali, adeguate all’inserimento nella vita sociale e di relazione. Gli insegnanti della scuola Primaria di Orsogna,  tenendo conto dei bisogni formativi degli alunni, organizzano le attività mirando alla creazione di un clima sereno basato su un rapporto interattivo fra insegnante e alunno e che favorisce la motivazione ad apprendere. L’inserimento di alunni stranieri nelle classi e nelle sezioni avviene con adeguate attività di accoglienza, vivendolo così come risorsa e opportunità di apertura alla realtà multietnica. La nostra scuola si presenta come sistema aperto, interagente con l’ambiente socio- culturale esterno con cui predispone  percorsi di cittadinanza attiva che aiutano i bambini ad acquisire competenze per una società allargata verso la dimensione europea.  Nella nostra scuola la costruzione dei saperi è intesa come un’impresa collettiva e condivisa, poiché l’apprendimento non è un processo solitario ma collaborazione e coinvolgimento diretto di tutte le figure docenti.  I saperi vengono sviluppati con la metodologia della ricerca: le discipline, le forme laboratoriali e le uscite sul territorio offrono spazi di continua e costante analisi del mondo circostante per costruire diverse chiavi interpretative della realtà. Lo stile di insegnamento mira ad offrire ai bambini diversi strumenti e strategie di apprendimento per garantire il successo formativo per tutti; concretizzandolo con il superamento di modalità trasmissive dei contenuti, l’abbandono di situazioni chiuse e applicazioni meccaniche dell’alunno, a vantaggio di situazioni problematiche inedite e stimolanti che implichino la partecipazione di tutti, la libertà di espressione, l’esercizio del pensiero e le soluzioni personali. Lo sviluppo dei percorsi di apprendimento è centrato sul contesto significativo di apprendimento e su esperienze motivanti, con un coinvolgimento degli alunni emotivo ed affettivo, adattando l’itinerario didattico, attraverso varie metodologie, all’area di possibile sviluppo evidenziata dai diversi alunni. Per facilitare l’apprendimento si motivano gli alunni alla partecipazione alle attività didattiche con strategie diverse privilegiando il metodo della ricerca e non trascurando la dimensione ludica.

Le attività didattiche sono progettate in modo da soddisfare le diverse esigenze in risposta alle necessità specifiche delle molteplici intelligenze che caratterizzano i diversi stili cognitivi dei singoli alunni. L’utilizzo di mediatori didattici è continuamente differenziato in modo che ogni alunno possa al meglio utilizzare quello più consono al suo stile di apprendimento. La scuola ha, quindi, bisogno di tempi distesi in cui ciascun alunno possa individuare spazi di lavoro, espansioni e approfondimenti originali e personali, secondo stili reattivi e modalità individuali e di progettare il  lavoro didattico con scadenze abbastanza lunghe, per rispettare i tempi di apprendimento dei singoli bambini. Pertanto l’orario di trenta ore settimanali è sembrato ai docenti e ai genitori, che l’hanno scelto all’unanimità,  quello più consono per  una scuola che tiene conto di tutte gli aspetti descritti.

La nostra scuola è costituita da dieci classi e nell’ottica di una progettazione di innovazione metodologica il tempo scuola è stato pensato privilegiando il benessere psico-affettivo dei bambini e tutti quegli aspetti che risultano indispensabili alla realizzazione di percorsi didattici realizzati con tempi distesi e con efficacia didattica. Nell’attività didattica  va salvaguardata la possibilità di operare a classi aperte per gruppi orizzontali e per piccoli gruppi per la realizzazione di laboratori e progetti inseriti nel POF.

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

  • Il Tempo scuola degli alunni è di 30 ore dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 13.30.
  • L’organizzazione oraria prevede la presenza  su ogni classe dell’insegnante prevalente e degli insegnanti specializzati  di inglese e di religione  che inseriscono i loro insegnamenti nei tempi e nei modi previsti dalle programmazioni di classe.
  • Gli insegnanti  dedicano le  ore di compresenza  allo svolgimento di progetti finalizzati, laboratori ed attività di sviluppo e recupero.        
  • Tutti gli insegnanti operano nel pieno rispetto della collegialità  e della contitolarità docente.

 

 

Comments & Responses

Lascia un commento